Chi sono

Una volta mi è stato detto che dai nei miei disegni traspare la bambina che sono stata. Curioso, perché l’unica cosa che ricordo è che da piccola mi sono spesso annoiata tantissimo, e per distrarmi veniva aperta la valigetta dei colori a olio della mamma. Con i quali disegnavo immancabilmente barchette, che veleggiavano lontane su oceani blu oltremare sotto a un sole giallo limone.

Poi però è arrivata la montagna, e le barchette hanno lasciato il posto alle Dolomiti, disegnate a matita durante le mie interminabili estati tra pascoli e boschi.

Da grande mi sono dedicata alla linguistica e alle lingue straniere, e solo dopo l’università ho ripreso in mano le matite. Dal 2009 ho frequentato diversi corsi di illustrazione (Nicoletta Bertelle, Arianna Papini, Gabriel Pacheco) e di acquerello (Marina Marcolin).

La Martora Blu è il mio progetto che raccoglie i disegni e le collaborazioni che ho avuto l’onore di avere in questi ultimi anni.

Perché la Martora Blu? Beh, quando cammino in montagna in genere parlo ancora meno del solito, e per cavarmi qualche parola di bocca il mio compagno mi apostrofa sempre così: “Dai, ti vedo cosa stai facendo! Stai facendo la martora! La martora blu, ah! Col baffo rosso!”.

Ecco.